Insieme al Crocifisso, veniamo innalzati e sublimati anche noi

Con la festa di oggi, la Chiesa celebra il trionfo della Croce che è segno e strumento della nostra salvezza, per mezzo della quale sono state cacciate le tenebre ed è ritornata la luce. La glorificazione di Cristo passa attraverso il supplizio della Croce: Cristo, incarnato nella sua realtà di Dio fatto Uomo, si sottomette volontariamente all’umiliante condizione di schiavo (la croce, dal latino “crux”, cioè tormento) e i patimenti del terribile supplizio vengono innalzati e trasformati in gloria in eterno. La Croce diventa, così, il simbolo della religione cristiana. Gli Apostoli, nell’opera di evangelizzazione, hanno presentato, alle diverse comunità visitate, il “Cristo Crocifisso”. Il cristiano, con la conversione, accetta di essere “crocifisso con Cristo”, cioè egli deve portare quotidianamente la propria croce, sopportando offese e sofferenze, come Cristo, quando gravato dal peso del “patibulum” (il braccio della croce, che il condannato portava sulle spalle fino al luogo del supplizio), fu costretto a esporsi agli insulti della gente sulla via che conduceva al Golgota. La morte di Cristo, che si è lasciato inchiodare sulla Croce, la sofferenza di questa morte si riproduce nel Corpo mistico della Chiesa e porta un contributo alla redenzione degli uomini, assicurando la partecipazione alla gloria del Risorto. Insieme al Crocifisso, veniamo innalzati e sublimati anche noi. Infatti, ci distacchiamo dalla terra del peccato e saliamo verso le altezze.

(fonte web: https://www.facebook.com/frateindovino/photos/a.206098686185653/4221321541329994/)

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Insieme al Crocifisso, veniamo innalzati e sublimati anche noi

Programma Esaltazione della Croce 2021

Anche quest’anno, a motivo del perdurare della pandemia, il Direttivo della nostra Arciconfraternita si vede costretto a “ridimensionare” il programma della festa dell’Esaltazione della Croce rispetto agli ultimi anni. Nessun corteo o processione, infatti, può essere autorizzata.

La S.Messa festiva nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo di Acireale (a cui sarà ammesso un numero massimo di 69 partecipanti) sarà celebrata alle ore 19,30 dal Decano, don Salvatore Scalia, preceduta dalla recita dei misteri dolorosi del Santo Rosario. Nel corso della funzione saranno ammessi ufficialmente alla nostra Arciconfraternita i novizi Mario Mirabella e Agata Torrisi.

Rammentiamo che nell’attuale nostro statuto (1999), all’art. 33, si legge: “Il 14 settembre, festa dell’Esaltazione della Santa Croce, è la festa dell’Arciconfraternita. I confrati partecipino e animino la Messa che viene celebrata in suffragio dei confrati defunti e ad essa invitino la comunità cittadina per meditare sul mistero della Croce”.

Pubblicato in Uncategorized | Commenti disabilitati su Programma Esaltazione della Croce 2021

Salvatore Lanzarotti (1949-2021)

Con grande sorpresa e immenso dispiacere lo scorso 3 agosto abbiamo appreso della dipartita terrena di Salvatore Lanzarotti, attuale Governatore dell’Arciconfraternita del SS.Sacramento in San Pietro. Sincera amicizia e stima reciproca, infatti, ci legavano a Turi (come familiarmente si faceva chiamare dagli amici), di cui tutti noi abbiamo apprezzato la signorile educazione, la saggia prudenza e la religiosità, pienamente vissuta.

In occasione dei funerali, celebrati nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo di Acireale, il cappellano don Salvatore Scalia, nel ricordarne l’appartenenza all’antico sodalizio, che promuove la devozione a Gesù nel SS.Sacramento, ha ricordato come l’Eucaristia è vero pane di vita: “è l’elemento fondamentale della nostra vita cristiana, è ciò che ci abilita ad una dimensione nuova”.

Nel corso della sua esistenza – soprattutto durante la lunga malattia, sempre sopportata cristianamente – Turi Lanzarotti ha vissuto e testimoniato con coerenza questa Fede, confidando nell’amore del Padre, che mai viene meno. E in tale grazia dello stato ha reso l’anima a Dio. Lo ricorderemo, inoltre, per la sua generosa disponibilità e disinteressata collaborazione nei confronti della nostra Arciconfraternita.

Nel ricordo del nostro caro fratello Salvatore siamo vicini nella preghiera a tutti i membri dell’antica congrega che ha sede nella nostra Basilica ed, in particolare, alla sorella Tina.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Salvatore Lanzarotti (1949-2021)

Santa Venera, esempio di sequela e unione a Gesù

Rispondendo all’invito formulato dalla Deputazione della Reale Cappella di Santa Venera e dal suo Cappellano, don Mario Fresta, la nostra Arciconfraternita ha preso parte, sabato 24 luglio, in Cattedrale alla conclusione del solenne triduo in preparazione ai festeggiamenti della Santa patrona della città e diocesi di Acireale.

In buon numero abbiamo, quindi, partecipato alla celebrazione eucaristica del terzo giorno di triduo, che è stata presieduta da don Salvatore Lucchesi, novello sacerdote della diocesi di Roma ma oriundo di Aci Catena, che nella sua omelia ci ha detto: “Sull’esempio che Venera ci ha lasciato abituiamoci a pregare, a stare uniti a Gesù. Cerchiamo l’unica felicità, come ha fatto la nostra Santa patrona, quella di stare accanto a Gesù. Non cadiamo nella tentazione delle nostre distrazioni quotidiane e andiamo alla ricerca di qualcosa che ci rende felici, perché l’unità felicità che ci appaga è Gesù”.

Al termine l’arciprete-parroco della Basilica-Cattedrale di Acireale, can. Mario Fresta, ha ringraziato per la presenza le confraternite appartenenti alla Basilica dei SS.Pietro e Paolo.

L’omaggio floreale alla Santa Patrona della città e della diocesi di Acireale quest’anno non si è potuto svolgere all’interno della cappella di Santa Venera a motivo dei lavori di ristrutturazione in corso.

Pubblicato in Attività, Spiritualità | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Santa Venera, esempio di sequela e unione a Gesù

29 giugno 2021 – Solennità dei Santi Pietro e Paolo

Come ogni anno, siamo tenuti a partecipare nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo alla S.Messa nel giorno in cui il calendario liturgico fa memoria del martirio dei due Principi degli Apostoli. Alle ore 19,30 sarà celebrata l’Eucaristia dal nostro Cappellano don Salvatore Scalia, Decano della medesima Basilica. Al termine, recita della preghiera devozionale e benedizione con le reliquie.

La solennità dei Santi titolari della nostra Basilica sarà preceduta da un triduo di preparazione, nei giorni di sabato 26, domenica 27 e lunedì 28 con la celebrazione della S.Messa mattutina e la recita della preghiera devozionale ai Santi Apostoli Pietro e Paolo.

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su 29 giugno 2021 – Solennità dei Santi Pietro e Paolo

Santissimo Corpo e Sangue di Gesù – 6 giugno 2021

«”Prendete, questo è il mio corpo”. Poi prese il calice […] e disse: “Questo è il mio sangue, il sangue dell’alleanza versato per molti”». Gesù, Parola del Dio Vivo, è Colui che passava guarendo e sanando con la Potenza della Parola ed è lo stesso che nell’ultima cena compie il gesto più grande di Comunione e di Amore: dona tutto se stesso.

Tutto questo però richiede una relazione viva con Cristo, rapporto che si realizza e si corrobora nell’Eucaristia. Ecco che questa solennità ricorda, dopo aver celebrato la SS. Trinità, cioè la comunione d’amore di Dio, che Cristo ha offerto se stesso per farci entrare in comunione con Dio. Dunque, la nostra vita, nutrita e dissetata della verità di Cristo, possa diventare una vita eucaristica: offerta a Dio e ai fratelli. Tutto quanto pensiamo e facciamo sia fatto PER, CON e IN Cristo a gloria del Suo Nome e per la salvezza dei fratelli.

Don Orazio Giuseppe Tornabene (Direttore della Caritas diocesana di Acireale)

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Santissimo Corpo e Sangue di Gesù – 6 giugno 2021

SS. Trinità – 30 maggio 2021

Il Nuovo Testamento fonda l’universalità della missione nello speciale rapporto che Gesù risorto ha con ogni uomo. Il Vangelo dev’essere annunciato a ogni uomo, perché Gesù è la verità dell’uomo, ha ricevuto dal Padre ogni potere in cielo e in terra, perché ha fatto la volontà del Padre fino alla morte aprendo così per ogni uomo la via verso la pienezza della vita. Di qui le caratteristiche della missione: 1) la forza che l’anima è lo Spirito Santo che da Gesù risorto viene promesso e trasmesso ai discepoli, come principio della vita nuova, che deve essere annunciata e comunicata a ogni uomo; 2) il contenuto della missione è la sequela di Cristo, l’obbedienza al Vangelo, l’osservanza dei comandi di Gesù, l’adesione battesimale alla vita del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, il distacco dalla vita incredula, implorando e accogliendo la remissione dei peccati; 3) la speranza che sostiene i missionari nelle fatiche e nelle difficoltà è la certezza che Gesù è sempre con loro sino alla fine del mondo (da Partenza da Emmaus, in “Rivista Diocesana Milanese”, sett. 1983, 814-815).

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato | Commenti disabilitati su SS. Trinità – 30 maggio 2021

Pentecoste – 23 maggio 2021

Lo Spirito Santo è lo Spirito di Cristo ed è la Persona divina che diffonde nel mondo la possibilità di imitare Cristo, dando Cristo al mondo e facendolo vivere in noi. Nell’insegnamento e nell’opera di Cristo, nulla è più essenziale del perdono. Egli ha proclamato il regno futuro del Padre come regno dell’amore misericordioso. Sulla croce, col suo sacrificio perfetto, ha espiato i nostri peccati, facendo così trionfare la misericordia e l’amore mediante – e non contro – la giustizia e l’ordine. Nella sua vittoria pasquale, egli ha portato a compimento ogni cosa. Per questo il Padre si compiace di effondere, per mezzo del Figlio, lo Spirito di perdono. Nella Chiesa degli apostoli il perdono viene offerto attraverso i sacramenti del battesimo e della riconciliazione e nei gesti della vita cristiana. Dio ha conferito al suo popolo una grande autorità stabilendo che la salvezza fosse concessa agli uomini per mezzo della Chiesa! Ma questa autorità, per essere conforme al senso della Pentecoste, deve sempre essere esercitata con misericordia e con gioia, che sono le caratteristiche di Cristo, che ha sofferto ed è risorto, e che esulta eternamente nello Spirito Santo.

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Pentecoste – 23 maggio 2021

Ascensione – 16 maggio 2021

La missione della Chiesa è presieduta da Gesù Cristo risorto, salito al cielo e intronizzato Signore alla destra del Padre. L’ascensione e l’invio degli apostoli sono inseparabili. Tra gli undici (Giuda il traditore ha seguito un altro cammino), inviati da Gesù e beneficiari della sua promessa fedele e potente, si trovano anche i successori degli apostoli e la Chiesa intera.

Gesù ci invia, ci accompagna e ci dà la forza. Noi non siamo dei volontari spontanei, ma degli inviati. Appoggiandoci su Gesù Cristo vincitore della morte, possiamo obbedire quotidianamente al suo ordine di missione nella serenità e nella speranza. Gli apostoli sono i messaggeri di una Parola che tocca l’uomo nel centro della sua vita. Il Vangelo, affidato alla Chiesa, ci dà una risposta definitiva: se crediamo, siamo salvati, se rifiutiamo di credere o alziamo le spalle, siamo perduti. Attraverso la fede, che è il sì dato dall’uomo a Dio, noi riceviamo la vita.

Il Signore conferma la predicazione degli apostoli con molti segni; e segni accompagnano anche i credenti. Attraverso questi segni, diversi e coerenti alla missione della Chiesa, Dio vuole garantire la sua azione in coloro che egli ha inviato e invita tutti gli uomini ad abbandonare ciò che è visibile e quindi attraente per il mistero della salvezza.

Pubblicato in Spiritualità | Commenti disabilitati su Ascensione – 16 maggio 2021

Pio Vittorio Vigo (1935-2021)

Venerdì 30 aprile ha concluso la sua luminosa giornata terrena mons. Pio Vittorio Vigo, Arcivescovo-Vescovo emerito di Acireale, lasciando sgomenta l’intera comunità diocesana, che ha amato e servito nel corso dei quasi nove anni del suo fecondo ministero episcopale (2002-2011).

Nato ad Acireale il 4 novembre 1935, fu ordinato Sacerdote il 20 settembre 1958. Conseguito il dottorato in Filosofia, alla Pontificia università Gregoriana di Roma, rientrò in Diocesi, prestando il suo ministero sacerdotale accanto a mons. Michele Cosentino, nella conduzione dell’Oasi “Maria SS.ma Assunta” di Aci S. Antonio. Insegnò Filosofia al Seminario vescovile e Religione nelle scuole statali. Successivamente fu nominato Pro-Vicario generale della Diocesi, poi Vicario generale e Prevosto del Capitolo Cattedrale. Il 13 gennaio 1981 fu nominato Vescovo titolare di Astigi e ausiliare dell’Arcivescovo di Catania. Il 28 aprile 1984 fu nominato Amministratore apostolico di Nicosia e, il 7 marzo 1985 ne divenne il Vescovo. Il 24 maggio 1997 Arcivescovo-metropolita di Monreale e, infine, il 15 ottobre 2002 Arcivescovo-Vescovo di Acireale, fino al 1 ottobre del 2011.

Mons. Vigo sarà sempre ricordato come “pastore prudente, padre buono, guida generosa”. Queste tre definizioni, utilizzate dal suo successore al momento del proprio ingresso in diocesi, ben definiscono il suo profilo umano. “Profondità di vita spirituale, bontà, mitezza e semplicità – si legge in una nota della Curia acese – sono stati i tratti caratteristici della sua personalità. Fine poeta, premiato più volte in concorsi nazionali, ha dispensato anche nei versi la bellezza del Vangelo e della vita cristiana“. Anche noi abbiamo avuto modo di sperimentare queste qualità. Tra l’altro, ricordiamo che il 14 settembre 2011, quasi a conclusione del suo ministero episcopale in Acireale, celebrò l’Eucaristia nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo, festeggiando insieme alla nostra Arciconfraternita la solennità dell’Esaltazione della Santa Croce.

Ci associamo, quindi, al dolore dell’intera comunità diocesana, ricordandolo nella preghiera con ammirazione e gratitudine.

“Tante sono le strade /che attraversano il mondo / molte di esse allettanti / ma una sola porta alla salvezza / si chiama “via della Croce” (Pio Vittorio Vigo, Mi chiamano Crocifisso)

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Pio Vittorio Vigo (1935-2021)