Pasqua è risorgere per vivere come discepoli di Gesù

«Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti» (Gv 20,6-9)

Il segno della risurrezione è il sepolcro vuoto con i teli posati là ed il sudario, avvolto in un luogo a parte. “Hanno rubato il suo corpo”, questo pensavano, poiché non avevano ancora compreso che egli doveva risorgere dai morti. Chissà se noi abbiamo capito cosa vuol dire risorgere dai morti. Ci hanno detto che la Pasqua è il passaggio di Cristo dalla morte alla vita. Ma cosa significa per noi la Pasqua del Signore? Mazzolini di fiori, ovetti, pulcini e coniglietti? O forse non dovrebbe essere piuttosto questo: essere come il discepolo amato che corre e trova il sepolcro vuoto in cui vede e crede.

Diciamo che Cristo è la luce che rischiara le tenebre, ma cosa significa per noi se poi i luoghi dove viviamo sono tenebrosi. Sarà dovuto al fatto che non abbiamo fatto il nostro passaggio con Cristo? Cristo è luce perché illumina e noi battezzati siamo fiammelle di questa luce di Cristo nel mondo. Questa è la Pasqua del Signore per i discepoli, lasciarsi illuminare per allontanare le tenebre del peccato che deturpano la dignità dell’uomo, della vita. Pasqua è risorgere e lasciare il sepolcro, luogo della morte, vuoto. La Pasqua non è una semplice festa annuale, essa è lo stile di vita del cristiano, è vivere all’insegna dell’essere discepoli di Cristo risorto.

Don Orazio Giuseppe Tornabene (direttore della Caritas diocesana di Acireale)

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Pasqua è risorgere per vivere come discepoli di Gesù

Auguri di Santa Pasqua 2021

“Un pesco che fiorisce è la primavera;
ma se non fiorisce il cuore,
se non si allarga, se non cessa di odiare,
la primavera non è più primavera.
Perché non c’è primavera
se il cuore non fa Pasqua con l’uomo.
Riuscirà quest’anno la Pasqua
a far primavera nel cuore dell’uomo?”

Attraverso questa esortazione di don Primo Mazzolari, le consorelle e i confrati dell’Arciconfraternita del Santissimo Crocifisso in San Pietro, vogliono esprimere la propria speranza in una serena Pasqua.

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Auguri di Santa Pasqua 2021

Pregando i salmi per meditare col cuore la parola di Dio

Nella giornata del Sabato Santo, quest’anno la nostra Arciconfraternita ha promosso la recita comunitaria delle Lodi mattutine dinanzi la venerata immagine del “Cristo morto”. A presiedere la funzione, nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo, è stato il Vicario generale della diocesi di Acireale, mons. Giovanni Mammino, che ci ha detto: “È bello ritrovarci insieme a pregare con la preghiera dei salmi, la parola di Dio che diventa preghiera e meditazione per tutti noi”.

“Il redentore che Israele attendeva – ha aggiunto nella sua breve riflessione – non si manifesta nella potenza, non viene da protagonista, ma da servo, che, umiliato, attraversa la realtà della sofferenza e della morte per portare la salvezza. Solo Gesù, infatti, offre la luce per comprendere il mistero della nostra vita e della nostra esistenza”.

Il Vicario ha poi sollecitato tutti, in special modo gli appartenenti alle confraternite, a nutrirsi costantemente della Sacra Scrittura, ad accostarsi a questi testi e meditarli per comprendere il loro messaggio e vivere così la propria vita alla luce di essi e del mistero di amore di Dio.

Al termine, mons. Mammino ha voluto indirizzare un messaggio anche a noi confrati:  “Il Signore benedica voi, questa comunità che si raduna nella Basilica e tutti coloro che in ogni modo vivono, coltivano la devozione a Gesù sofferente. Che sia una devozione di vita, una devozione che ci aiuti a metterci al servizio anche noi: al servizio di questa città, di tutti coloro che incontriamo nel nostro camino. Allora saremo veramente cristiani, discepoli del Signore; coloro che vivono secondo lo stile del maestro Gesù, servo per amore”

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Pregando i salmi per meditare col cuore la parola di Dio

Contempliamo Gesù crocifisso, morto per amore

Un Venerdì Santo inedito, quello vissuto dalla nostra Arciconfraternita questo 2 aprile 2021, secondo anno di pandemia universale. Vista l’impossibilità di organizzare la tradizionale processione del “Cristo morto”, ci siamo ritrovati l’intero giorno nella nostra Basilica a contemplare l’immagine di Gesù straziato e meditare sul messaggio (ancora oggi forse incomprensibile a molti) di amore infinito che di dona per gli altri.
I confrati hanno anche dovuto dare una mano per garantire il necessario servizio d’ordine, onde garantire il rispetto delle norme previste per la frequentazione dei luoghi di culto in tempi di Covid19.
Abbiamo, inoltre, avuto la possibilità di partecipare ed animare la solenne azione liturgica, cosa impossibile gli scorsi anni, che ci vedevano in queste stesse ore impegnati nella chiesa del Ss.Salvatore.
La giornata, nel corso della quale si è svolta la solenne esposizione del Cristo, si è conclusa con un bel momento di preghiera, curato dal nostro confrate Gaetano Arcidiacono, guidato dal nostro Cappellano don Salvatore Scalia ed accompagnato all’organo dal sig. Giuseppe Grasso. Molto sentita e numerosa la partecipazione dei fedeli, che hanno seguito con attenzione le significative meditazioni, scelte sul tema della croce. Il Cappellano ha, quindi, concluso con una riflessione finale.

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Contempliamo Gesù crocifisso, morto per amore

“Ti seguiremo, Signore, nella via della Croce, certi di entrare con te nella pienezza della vita”

Nella mattina del Venerdì Santo, non potendo eseguirsi, come da tradizione, l’esposizione del venerato simulacro del “Cristo morto” presso la chiesa del SS.Salvatore (il Calvario), la nostra Arciconfraternita, in accordo con il Decano don Salvatore Scalia, ha pensato di proporre ai fedeli la recita comunitaria delle lodi mattutine nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo, che sono state guidate dal Vicario generale della diocesi di Acireale, mons. Giovanni Mammino (per motivi di salute il Vescovo, mons. Raspanti, è stato impossibilitato a presiedere, come da programma).

“E’ importante ritrovarci insieme a pregare i Salmi, che Gesù stesso pregava e sapeva a memoria – ha detto mons. Mammino nella sua breve riflessione – Questa è la preghiera della Chiesa e può diventare anche la nostra preghiera personale quotidiana, se la meditiamo bene; i salmi, infatti, riportano tutti gli stati d’animo della vita umana: gioia, tristezza, angoscia, gratitudine. Pregare i salmi, quindi, significa far diventare preghiera la parola di Dio”.

Il Vicario ha poi evidenziato che il simulacro del “Cristo morto” venne realizzato dai nostri padri come segno che ancora oggi “ci aiuta tanto a riflettere sulla realtà del servo che si dona, del servo per amore, che consegna totalmente la sua vita per amore e dimostra che la potenza dell’amore di Dio è straordinaria”. Gesù è venuto per amare e per servire: umiliato dagli uomini, ma esaltato da Dio!

“Contemplando questa sacra immagine rinnoviamo il nostro desiderio di rimanere nell’amore del Signore e di mettere in circolazione questo amore nei piccoli e grandi gesti quotidiani; ed allora saremo veri discepoli di Gesù – ha poi concluso il Vicario – Donaci, Signore, la grazia di rimanere nel tuo amore, di vivere nel tuo amore, di testimoniare il tuo amore nella vita di ogni giorno.

Rinnegando noi stessi, caricandoci della croce e seguendo Gesù sulla via dolorosa, abbiamo la certezza che entreremo nella pienezza della vita!

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su “Ti seguiremo, Signore, nella via della Croce, certi di entrare con te nella pienezza della vita”

Solenne ostensione del Cristo Morto in Basilica

Anche quest’anno, a motivo della pandemia COVID-19 e dell’emergenza sanitaria che ancora persiste non sarà possibile lo svolgimento della tradizionale processione del venerato simulacro del “Cristo morto”. A differenza dello scorso anno, però, le chiese saranno aperte al culto e, quindi, sarà possibile raccogliersi in preghiera nei momenti che saranno organizzati nella Basilica dei Santi Pietro e Paolo (vedi locandina con il programma).

Nella giornata del Venerdì Santo la Basilica sarà aperta dalle ore 7,00 alle ore 20,00 per la solenne ostensione del settecentesco simulacro, sempre nel rigoroso rispetto della normativa vigente anti-Covid19. Alle ore 9,30 il Vescovo di Acireale, mons. Antonino Raspanti, presiederà la recita delle Lodi mattutine. Nel corso della mattinata i fedeli potranno anche accostarsi al sacramento della riconciliazione. Alle 18,00 si svolgerà la solenne azione liturgica, presieduta dal Decano della Basilica, don Salvatore Scalia. Alle 19,30 si terrà un momento di preghiera, curato dalla nostra Arciconfraternita.

Il Sabato Santo la Basilica rimarrà aperta dalle ore 8,00 alle ore 16,00 per consentire ai fedeli di raccogliersi brevemente in preghiera dinanzi al venerato simulacro del Cristo. Alle 9,30 il Vescovo di Acireale presiederà la recita delle Lodi mattutine, che sarà trasmessa in diretta su Etna Espresso Channel e sulle pagine Facebook della Diocesi di Acireale, della Basilica dei Santi Pietro e Paolo e dell’Arciconfraternita.

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su Solenne ostensione del Cristo Morto in Basilica

Non folla, ma testimoni. Fedeli seguaci fin sotto la croce

Alla folla che osanna Gesù basta davvero poco gridare più e più volte “crocifiggilo”. Ma tra queste urla ciò che colpisce è il silenzio di Gesù. Tale silenzio contemplativo del Maestro, durante la Sua passione, insegna che al caos dell’iniquità si risponde con l’evidenza silenziosa della carità. In fondo, questo è l’agire di Dio: il Suo Amore è un soffio che genera senza far rumore.

Alla folla volubile che urla, la celebrazione della Domenica delle palme, propone di essere fedeli seguaci di Cristo fin sotto la croce. Poiché in quel luogo del massimo dolore, tra passanti e soldati che tentanto e sbeffeggiano Gesù, lì si incontra il centurione, il quale, trovandosi di fronte a Lui, avendolo visto spirare in quel modo, fa la sua professione di fede: Davvero quest’uomo era Figlio di Dio!

Non folla, ma testimoni.

Don Orazio Giuseppe Tornabene, direttore della Caritas diocesana di Acireale

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Non folla, ma testimoni. Fedeli seguaci fin sotto la croce

Mostra della Sindone on-line fino al 28 marzo


L’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum propone, in esclusiva, la Mostra della Sindone on line, durante il periodo di Quaresima.
Dal 22 al 28 marzo sarà possibile visitare la Mostra gratuitamente on line per scoprire, anche a distanza, chi è l’Uomo della Sindone.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
Sarà possibile registrarsi al link: https://www.upra.org/landing/sindone-2021/ fino al 27 marzo.
Dopo la registrazione verrà inviato il LINK per poter visitare la Mostra online dal 22 al 28 marzo 2021 nella lingua richiesta al momento della registrazione.
La registrazione e la visita sono gratuite.

Pubblicato in Spiritualità | Contrassegnato | Commenti disabilitati su Mostra della Sindone on-line fino al 28 marzo

“San Giuseppe, patrono della Chiesa Cattolica, prega per noi”

Mercoledì 17 marzo, nella chiesa parrocchiale “San Giuseppe” di Acireale, una rappresentanza della nostra Arciconfraternita, accogliendo l’invito del parroco, don Marcello Pulvirenti, ha partecipato alla S.Messa del triduo in preparazione alla festa del Santo Patriarca.

L’invito assumeva una rilevanza particolare proprio in quest’anno, che il Santo Padre Francesco ha voluto dedicare a San Giuseppe, ricorrendo il 150° anniversario della sua proclamazione a patrono della Chiesa universale (8 dicembre 1870). Abbiamo, quindi, pensato bene di non sciupare quest’occasione propizia per pregare insieme, celebrare l’Eucaristia e meditare su questa straordinaria figura, “tanto vicina alla condizione umana di ciascuno di noi”, come ha scritto il Papa nella lettera apostolica Patris corde.

Tutti possono trovare in San Giuseppe – scrive sempre Papa Francesco nello stesso documento – l’uomo che passa inosservato, l’uomo della presenza quotidiana, discreta e nascosta, un intercessore, un sostegno e una guida nei momenti di difficoltà. San Giuseppe ci ricorda che tutti coloro che stanno apparentemente nascosti o in “seconda linea” hanno un protagonismo senza pari nella storia della salvezza. A tutti loro va una parola di riconoscimento e di gratitudine“.

Il secondo giorno di triduo in preparazione alla solennità del patriarca San Giuseppe, guidato da Don Marcello Pulvirenti (che ringraziamo espressamente per la calorosa accoglienza), ha visto anche la partecipazione dei rappresentanti della “Deputazione della Reale Cappella di Santa Venera”, del comitato dei festeggiamenti di “San Sebastiano”, della “Congregazione di San Michele Arcangelo”, del comitato “Madonna della Pace” e della associazione di volontariato “La zattera”.

<<O Beato Giuseppe, mostrati padre anche per noi, e guidaci nel cammino della vita. Ottienici grazia, misericordia e coraggio, e difendici da ogni male>>. San Giuseppe, prega per noi!

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su “San Giuseppe, patrono della Chiesa Cattolica, prega per noi”

Esercizi spirituali di Quaresima in Basilica – 7 marzo 2021

La situazione di crisi dovuta al persistere della pandemia da Covid-19, che stiamo continuando a vivere anche in Italia con nefaste conseguenze a tutti i livelli (sanitario, sociale, economico, ecc.), non ha fermato le attività formative e spirituali della nostra Arciconfraternita.

Nel pieno rispetto delle norme attualmente vigenti, infatti, si è svolto regolarmente domenica 7 marzo nella Basilica dei Santi Apostoli Pietro e Paolo di Acireale il previsto incontro, guidato dal Cappellano don Salvatore Scalia e dallo stesso organizzato per le confraternite in preparazione alla Santa Pasqua.

Come sempre abbiamo risposto numerosi all’invito del nostro cappellano, per non lasciarci sfuggire questa opportunità di prepararci al meglio a vivere il periodo quaresimale. Dopo la recita delle lodi mattutine, padre Scalia ha dettato gli esercizi spirituali sui temi della fraternità e della misericordia, soffermandosi a commentare due brani evangelici (Mt 5,43-48 e Lc 6,36-38). Al termine abbiamo partecipato alla S.Messa della seconda domenica del tempo di Quaresima.

Pubblicato in Attività | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Esercizi spirituali di Quaresima in Basilica – 7 marzo 2021